Discussione:
L'intervista di Tozzi.
(troppo vecchio per rispondere)
albion of avalon
2005-03-04 16:14:38 UTC
Permalink
IL FONDATORE DELLA «NATURAL BODY BUILDING FEDERATION»
«Vent’anni di follia, ora smettiamo di farci del male»
Tozzi: mi considerano eretico, come se drogarsi fosse il metodo
tradizionale

CLAUDIO Tozzi ha 39 anni, è diplomato Coni e fin da ragazzo vive
nell’ambiente di chi ha fatto della cura del corpo un traguardo, a volte
un’ossessione. La sua crociata contro il doping in palestra è giunta al
nono anno, e i consensi sono sempre più numerosi.


Un’impresa difficile, la sua...


«Già, una battaglia che all’inizio sembrava persa ma che ho continuato
perchè ero esasperato: già a vent’anni mi proponevano bombe chimiche per
ottenere il massimo, diciamo così, dai miei muscoli, e non ero affatto
convinto. Mi dicevano: prendili, così resti in forma, ma mi rendevo
conto che c’era qualcosa di losco. Senza quegli aiuti certi miei
colleghi non avrebbero raggiunto i risultati che hanno ottenuto nella
loro carriera: io sollevavo quanto e forse più di loro in condizioni
normali, naturali, poi li vedevo tirar su con facilità dei pesi che a me
erano vietati, nel senso che non ce l’avrei mai fatta».


Quindi, anche risultati sportivi falsati?

«Certo, ormai esistono due generi di body building: quello gonfiato con
steroidi, anabolizzanti e ormoni della crescita, e quello basato solo
sulla forza naturale dei muscoli. L’assurdo è che io che propugno uno
sport senza trucchi sono considerato eretico, come se drogarsi fosse il
metodo tradizionale».


Da quando esiste il doping in palestra?

«Da 50 anni, anche se i primi studi su come gonfiare il corpo con droghe
risalgono ai laboratori nazisti che però avevano altri scopi. Poi tra
gli Anni ‘50 e ‘60 gli scienziati sovietici e tedeschi dell’Est
raggiunsero livelli sofisticati, basti ricordare quante medaglie
olimpiche ha vinto la Ddr, Paese di 16 milioni d’abitanti. Ma il boom è
arrivato una ventina d’anni fa, prima negli Usa poi in Europa, quando il
doping è diventato di massa grazie a certe sostanze vendute in farmacia.
Si pensi all’insulina: serve ai diabetici ma a giudicare da quanta se ne
vende in Italia, il nostro Paese dovrebbe essere popolato da molti
milioni di persone con problemi di questo tipo...».


Oggi la sua Federazione sta raggiungendo risultati interessanti, vero?

«Sì, la Nbbf ha diplomato finora 800 specialisti che in tremila
palestre, sulle 12 mila italiane, hanno messo al bando steroidi and
company. Facciamo crescere i muscoli dei ragazzi solo con una giusta
alimentazione e con sistemi di allenamento adeguati alla loro età e al
loro fisico, senza alcun farmaco. Il bello è che senza farmaci basta
allenarsi per due, massimo tre volte a settimana per ottenere un ottimo
fisico, senza massacrarsi per ore, tutti i giorni, come fanno quelli che
utilizzano i turbormoni chimici. Se penso a come eravamo messi dieci
anni fa mi dico che è stato un buon lavoro».


Il suo è un mondo dove girano parecchi soldi, ha ricevuto minacce?

«Minacce mai, ostilità tanta. Ma fa parte del gioco, anche se a volte mi
chiedo chi me lo fa fare: alla fine è solo passione, la voglia di far
tornare il mio ambiente pulito, come dovrebbe essere. Un bell’impegno,
ma sono soddisfatto: delle 23 federazioni italiane di body building solo
4 sono di rilievo, e la mia è tra quelle, in particolare per la
formazione degli istruttori. Certo, di soldi ne girano, basti pensare
che una sola fiala di ormone della crescita costa 100 euro, e durante la
stagione agonistica, pochi mesi in estate, si possono spendere nelle
gare internazionali anche 40 mila euro in aiuti chimici».


E il Coni che fa?

«Poco, ha una federazione di pesistica e cultura fisica, la Fipcf, che
però è nata di recente e ancora non riesce a imporsi alle altre che
esistono da decenni. Il nostro è un ambiente ancora molto spontaneo, e
forse proprio per questo ha bisogno di darsi regole, e codici etici. È
pure una questione di buon senso. Pensi che chi si droga in modo
massiccio, e lo fa con prodotti a base di testosterone, può rimanere
impotente per sei mesi. Crede che si preoccupi? No, è contento perchè
significa che l’altro scopo, avere più forza, è stato raggiunto. Siamo
alla follia».
p. pol.

Non commento (ma un rotfl per la i numeri sciorinati)

Questo è l'altro articolo presente sulla pagina.

Una decina d’anni fa il romano Claudio Tozzi, fisico da culturista
perché culturista era, si stancò. Di vedere tanti giovani distrutti da
steroidi e anabolizzanti iniettati per far gonfiare i muscoli a
dismisura e sollevare pesi mostruosi, sostanze proibite che venivano
tranquillamente comprate in farmacia «per ragioni mediche». Ventenni
distrutti perchè seguivano i consigli di qualche campione in disarmo da
130 chili che aveva aperto una palestra. E decise di dire basta, di
combattere un andazzo che stava inquinando l’ambiente che più amava.
Nacque così la «Natural body building federation» (Nbbf), fondatore e
presidente Claudio Tozzi. Era il 1996. Oggi sono ottocento i diplomati
usciti dalla sua scuola, sparsi nelle dodicimila palestre italiane per
far capire che si può divenire forti e muscolosi anche senza usare
droghe, in modo - appunto - naturale. Come dovrebbe essere il vero body
building. E com’era fino agli Anni ‘80, prima che si diffondessero in
massa - via Stati Uniti - le tristi scorciatoie chimiche introdotte per
la prima volta dai russi nel campionato del mondo di sollevamento pesi
del 1954. Guarda caso lo stesso anno della strana vittoria della
Germania Ovest ai Mondiali di calcio, una squadra modesta che nella
finale di Berna battè la grande Ungheria di Puskas correndo a mille:
pochi di quegli «atleti» tedeschi avrebbero superato i cinquant’anni di
vita. Una battaglia difficile, quella di Tozzi, tra mille ostilità di
chi sul mito del fisico gonfiato artificialmente ci campa. Ma ora
comincia a dare i suoi frutti. Tremila palestre fanno ormai parte del
giro della Nbbf, a metà aprile un convegno internazionale all’università
romana della Sapienza (con i migliori studiosi del fenomeno) sarà
l’investitura finale della Nbbf quale paladina del metodo naturale
italiano, contro il metodo chimico tanto caro agli americani. E usato a
suo tempo - senza rimpianti - anche dal governatore californiano
Schwarzenegger che pure oggi dice ai giovani: non prendete droghe. La
prima regola è non credere alle riviste con foto di giganteschi campioni
statunitensi che dicono di essere diventati così «grazie ai principi
d’intensità e a una corretta alimentazione». Uno specchietto per le
allodole che nasconde anni di somministrazione dissennata di
anabolizzanti e ormoni della crescita. Purtroppo la maggioranza dei
metodi di allenamento sono testati proprio su questi presunti atleti e
sono quindi inattendibili per la maggioranza delle persone che
frequentano le palestre. Se non prendete steroidi non ha senso allenarsi
due volte al giorno per 25 serie a muscolo o cinque ore di filato: non
crescerete di un millimetro e andrete in superallenamento nell’arco di
un mese. E il 99 per cento dei clienti di palestre non ha alcun «talento
genetico», sono cioè tipi normalissimi candidati al suicidio nel caso
volessero allenarsi con le tecniche usate dai body builders
professionisti. Utilizzando le loro schede di training i signori Rossi
sono destinati in poco tempo a spegnersi come una candela. E il
recupero, dopo, sarà lungo e difficile. Se non si è dopati,
ovviamente... Il body building naturale è in realtà un altro sport
rispetto al culturismo dopato. I carichi di lavoro e le tecniche
«d’intensità» (il «mazzo» che vi fate, per spiegarci) devono essere
molto minori per permettere il recupero e quindi la tanto sospirata
crescita muscolare, come spiega Tozzi sulla sua rivista «Olympian’s
news» (sito www.olympian.it) che, dicono, è letta anche dall’implacabile
procuratore torinese Guariniello. La battaglia di Tozzi non è - e non
sarà - semplice: si stima, per difetto, che il 95% degli agonisti nel
mondo (e in Italia) faccia uso di steroidi, ormoni della crescita e
altri farmaci proibiti dal Comitato olimpico internazionale. Non è solo
un problema di correttezza sportiva: in molti casi gli effetti
collaterali di alcuni di questi farmaci portano a patologie non sempre
risolvibili, e a volte si può arrivare alla morte, come è già successo.
Ma il trainer romano ha dalla sua il sostegno di tanti atleti dilettanti
stufi di essere gettati allo sbaraglio, come testimoniano le migliaia di
lettere e di telefonate che riceve nella sede della Nbbf. Per questo ha
sviluppato il suo metodo che ha chiamato B.I.I.O.(Breve, Intenso,
Infrequente, Organizzato). È destinato a chi vuole aumentare di massa
muscolare in relativo poco tempo ma senza rovinarsi con i farmaci.
Dovrebbero appenderlo in ogni palestra. UN MAESTRO ROMANO CONTRO GLI
AMERICANI: BASTA CON GLI ADDITIVI CHIMICI PER GONFIARE I MUSCOLI
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Mototopo
2005-03-04 20:25:03 UTC
Permalink
On Fri, 4 Mar 2005 16:14:38 +0000 (UTC), "albion of avalon"
Post by albion of avalon
Pensi che chi si droga in modo
massiccio, e lo fa con prodotti a base di testosterone, può rimanere
impotente per sei mesi.
che cazzaro... si resta impotenti per sempre, foses solo per 6 mesi lo
farebbero tutti...

sto tizio e' un delinquente.
a leggere ste cazzate sembra che si dopino tutti e che tutto sommato
non muoia quasi nessuno.
ma perche fa questa propaganda per gli steroidi?

Ciao
Mototopo
Sculler
2005-03-04 20:30:24 UTC
Permalink
Post by Mototopo
sto tizio e' un delinquente.
a leggere ste cazzate sembra che si dopino tutti e che tutto sommato
non muoia quasi nessuno.
Più che altro sembra che se non ti alleni una volta al mese come dice lui,
sei un dopato, non ci sono alternative.

Ergo io sono stato dopato e non lo sapevo, ad esempio ;-)

Ciao
--
Sculler, ICQ# 147722075
"Ove c'è molta luce, l'ombra è più cupa"
"Le cose che amiamo, ci modellano"
Wolfgang Goethe
Grande Pino
2005-03-05 12:55:45 UTC
Permalink
Post by Mototopo
che cazzaro... si resta impotenti per sempre, foses solo per 6 mesi lo
farebbero tutti...
Calma, non esageriamo per fare informazione, le persone "normali" cioè sane
non restano impotenti a vita, hanno solo bisogno di un periodo durante il
quale riprenda la normale produzione di testosterone endogeno, tutto qui.
Post by Mototopo
sto tizio e' un delinquente.
a leggere ste cazzate sembra che si dopino tutti e che tutto sommato
non muoia quasi nessuno.
ma perche fa questa propaganda per gli steroidi?
Boh, a me non sembra che dica tutto il contrario... dando tutto sommato
un'informazione corretta, che dovrebbe fare, raccontare balle per
demonizzare gli steroidi? Mi pare che già così ce ne sia abbastanza per dire
"no"!
Akira_77
2005-03-05 21:57:21 UTC
Permalink
Post by Grande Pino
Boh, a me non sembra che dica tutto il contrario... dando tutto sommato
un'informazione corretta, che dovrebbe fare, raccontare balle per
demonizzare gli steroidi? Mi pare che già così ce ne sia abbastanza per dire
"no"!
L'informazione é corretta dal punto di vista scientifico, ma se leggi
bene tra le righe, vuole farti "capire" che solo seguendo i *SUOI*
metodi puoi crescere naturalmente, che non ci sono altre strade, e che
se qualcuno ottiene risultati in altro modo allora si dopa per forza...
Tozzi é fondamentalmente un coglione... molto furbo! Non ha
inventato/scoperto nulla di nuovo, e vuole fare passare gli altri metodi
di allenamento (es: alto volume) come inutili o dannosi (vedi le cazzate
sul superallenamento). L'unico motivo, secondo lui, per cui dovrebbero
funzionare altri metodi é grazie alle bombe.

Ovvio che una persona che fa palestra, segue i metodi tradizionali, e
non ottiene risultati, leggendo cose del genere si riempie di speranze.
Comincia a comprare i libri di Tozzi, si iscriverà nelle palestre di
Tozzi, e aumenterà i guadagni dello pseudoguru Tozzi! Fondamentalmente
il Sign. Tozzi fa del *proselitismo* bello e buono...

Il problema é, che quando alla fine, la maggioranza della persone
continuerà a *non* ottenere risultati (perché ovviamente c'é una parte
che invece ricava dei benefici da questi tipo di allenamento), o otterrà
risultati minimi mica si lamenterà! Perché quando entri a far parte di
un gruppo di persone che hanno determinate convinzioni é dura accettare
la verità: che sei stato preso per il culo/ ti sei preso per il culo da
solo.

E' la stessa cosa che avviene nelle sette religiose (Scientology) o nei
multilevel marketing (vedi Tucker, e simili)
Akira_77
2005-03-05 21:31:07 UTC
Permalink
Post by Mototopo
sto tizio e' un delinquente.
No, é un fanatico del cazzo, come quelli che fondano delle sette
religiose...
Post by Mototopo
a leggere ste cazzate sembra che si dopino tutti e che tutto sommato
non muoia quasi nessuno.
ma perche fa questa propaganda per gli steroidi?
Per spaventare le mammen a portaren i loro figlien nelle palestren di
Tozzi/vendere più libri/farsi altri soldi? L'Italia é il paese ideale
per questo tipo di cose!
Mototopo
2005-03-05 22:53:38 UTC
Permalink
On Sat, 05 Mar 2005 21:31:07 GMT, Akira_77
Post by Akira_77
Post by Mototopo
sto tizio e' un delinquente.
No, é un fanatico del cazzo, come quelli che fondano delle sette
religiose...
Post by Mototopo
a leggere ste cazzate sembra che si dopino tutti e che tutto sommato
non muoia quasi nessuno.
ma perche fa questa propaganda per gli steroidi?
Per spaventare le mammen a portaren i loro figlien nelle palestren di
Tozzi/vendere più libri/farsi altri soldi? L'Italia é il paese ideale
per questo tipo di cose!
il fatto e' che non spaventa, anzi fa l'effetto opposto... vuole farti
credere che sono 20 anni che mezzo mondo si dopa... quindi, per
deduzione non fa male.

Ciao
Mototopo
EnricoPL
2005-03-06 08:23:27 UTC
Permalink
Post by Mototopo
il fatto e' che non spaventa, anzi fa l'effetto opposto... vuole farti
credere che sono 20 anni che mezzo mondo si dopa... quindi, per
deduzione non fa male.
lungi da me difendere Tozzi in alcun modo, ma bisognerebbe vedere anche
quanto c'è del giornalista nell'aver impostato l'articolo in quel modo.
Effettivamente il normale lettore sedentario, potrebbe essere indotto a
credere
quello che dici, ma non penso che per quanto esperto di marketing, Tozzi
"voglia" poter dire una cosa del genere in un'intervista.
--
Ciao
Enrico
www.powerliftingitalia-fipl.it
sito ufficiale della Federazione Italiana PowerLifting
Mototopo
2005-03-06 09:31:49 UTC
Permalink
Post by EnricoPL
Post by Mototopo
il fatto e' che non spaventa, anzi fa l'effetto opposto... vuole farti
credere che sono 20 anni che mezzo mondo si dopa... quindi, per
deduzione non fa male.
lungi da me difendere Tozzi in alcun modo, ma bisognerebbe vedere anche
quanto c'è del giornalista nell'aver impostato l'articolo in quel modo.
Effettivamente il normale lettore sedentario, potrebbe essere indotto a
credere
quello che dici, ma non penso che per quanto esperto di marketing, Tozzi
"voglia" poter dire una cosa del genere in un'intervista.
io ho conosciuto suoi "discepoli", che te lo dico a fa'...

Ciao
Mototopo

Nimror
2005-03-04 22:10:30 UTC
Permalink
Post by albion of avalon
E il Coni che fa?
«Poco, ha una federazione di pesistica e cultura fisica, la Fipcf []
Fipcfcffscfsffcshshh!

Ffffipfpfpshfp!

...
Nimror
Akira_77
2005-03-05 21:20:04 UTC
Permalink
Post by albion of avalon
propugno
???? Ma dove ha studiato Tozzi, al Cepu? ;-D
Akira_77
2005-03-05 21:23:08 UTC
Permalink
Si pensi all’insulina: serve ai diabetici ma a giudicare da quanta se ne
vende in Italia, il nostro Paese dovrebbe essere popolato da molti
milioni di persone con problemi di questo tipo...».
E poi mi vengono a dire che 100 grammi di destrosio sono pericolosi...
;-D Uhahahahahhahahahaha
Continua a leggere su narkive:
Loading...