Discussione:
[Valutare] Palestre e Personal Trainer
(troppo vecchio per rispondere)
Argo
2004-07-01 16:52:50 UTC
Permalink
Come distinguere una buona palestra da una mediocre? E un ottimo
personal trainer da uno scarso?

Ossia su quali elementi valutereste (o avete valutato):

1) Una palestra
2) Un personal trainer

Grazie per la vostra esperienza :)

-Argo
Pongo
2004-07-01 17:39:48 UTC
Permalink
Post by Argo
1) Una palestra
Se ci sono mille macchine per isolare anche le dita dei piedi,
ma non c'e' un rack (l'ideale sarebbe un power rack, ma uno
squat rack e' meglio di nulla) dirigiti da un'altra parte. Ora
che ci penso, e' indispensabile anche che ci siano dischi e
bilanciere: credeteci o no, nella palestra dove va la mia
ragazza in tutta la sala pesi (piena di macchine, ne ho contate
almeno una decina) non ce n'e' neanche l'ombra! :-O
Post by Argo
2) Un personal trainer
Non saprei sul serio, senti altri piu' preparati.
--
Pongo
Elrond
2004-07-02 09:00:03 UTC
Permalink
Post by Pongo
credeteci o no, nella palestra dove va la mia
ragazza in tutta la sala pesi (piena di macchine, ne ho contate
almeno una decina) non ce n'e' neanche l'ombra! :-O
Ho visto anche io una palestra priva di pesi liberi - demenziale. Ma mi
sorprende il "piena di macchine, almeno una decina": senza arrivare alle
300 macchine assortite di qualche grosso centro, mi pare che una media
possa stare sulle 30 + pesi
--
ciao,
Elrond
Luca F
2004-07-01 18:05:03 UTC
Permalink
Post by Argo
1) Una palestra
Dai gusti...
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Palantir
2004-07-01 18:21:31 UTC
Permalink
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Uhm... se un insegnante fosse da valutare solo e principalmente per i suoi
risultati scientifici, la gente che insegna alla mia universita` dovrebbe
costituire il miglior corpo docenti del mondo... dovrebbe...
--
Palantir === http://netpalantir.altervista.org
icq:57482808 === Per scrivermi in priv togli la chiocciola
Mototopo
2004-07-01 18:38:49 UTC
Permalink
On Thu, 01 Jul 2004 20:21:31 +0200, Palantir
Post by Palantir
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Uhm... se un insegnante fosse da valutare solo e principalmente per i suoi
risultati scientifici, la gente che insegna alla mia universita` dovrebbe
costituire il miglior corpo docenti del mondo... dovrebbe...
tu sei di quelli che preferiscono la buona volonta' ai risultati?

Ciao
Mototopo
Palantir
2004-07-01 19:02:42 UTC
Permalink
Post by Mototopo
Post by Palantir
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Uhm... se un insegnante fosse da valutare solo e principalmente per i suoi
risultati scientifici, la gente che insegna alla mia universita` dovrebbe
costituire il miglior corpo docenti del mondo... dovrebbe...
tu sei di quelli che preferiscono la buona volonta' ai risultati?
No. Assolutamente. Io sono per i risultati, che a volte si ottengono e altre
no. Comunque non e` questo il punto.
Prendiamo il caso generale, l'insegnante. Ci sono persone che hanno
eccellenti risultati scientifici, ma che fanno pena come insegnanti. Al
contrario, ci sono persone che hanno una buona preparazione, ma non sono
dei veri e propri guru, che pero` sono fenomenali quando si tratta di
spiegare.
Nel caso specifico, un PT grosso di certo ha l'esperienza. Ma basta? Se uno
non ha ben altre qualita` (pazienza, empatia, ecc...) e una solida
preparazione scientifia medica e sportiva non avra` molto successo tra gli
allievi. Ovvio che l'esperienza di vuole, ma e` solo una parte della cosa
necessaria.
Il tutto IMVHO e senza particolare esperienza sul campo dei Personal
Trainer, anche se ho avuto a che fare con molti allenatori sportivi, ed il
migliore in assoluto era il mio maestro di Judo, di 70 e passa anni.
--
Palantir === http://netpalantir.altervista.org
icq:57482808 === Per scrivermi in priv togli la chiocciola
Mototopo
2004-07-01 20:08:33 UTC
Permalink
On Thu, 01 Jul 2004 21:02:42 +0200, Palantir
Post by Palantir
Prendiamo il caso generale, l'insegnante. Ci sono persone che hanno
eccellenti risultati scientifici, ma che fanno pena come insegnanti. Al
contrario, ci sono persone che hanno una buona preparazione, ma non sono
dei veri e propri guru, che pero` sono fenomenali quando si tratta di
spiegare.
dipende a che livelli, probabilmente un grande scrittore di narrativa
non sara' un buon professore di scuola media, ne un grande chirurgo un
buon prodessore di universita', ma solo finche' stiamo a conbtatto con
gente mediocre.
Probabilmente lo studente delle medie "dotato" imparerebe di piu' da
Montale o ungaretti che dal suo prof abituale, e lo studente di
medicina con i cosiddetti avrebbe avuto il suo satori con Cooley...

Per la cicciona che vuole dimagrire un PT dozzinale va benissimo, ma
per chi cerca la rifinitura ci vuole uno estremo; se poi e' stronzo
non importa.

Ciao
Mototopo
Luca F
2004-07-01 22:43:39 UTC
Permalink
Post by Palantir
Post by Mototopo
Post by Palantir
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Uhm... se un insegnante fosse da valutare solo e principalmente per i suoi
risultati scientifici, la gente che insegna alla mia universita` dovrebbe
costituire il miglior corpo docenti del mondo... dovrebbe...
tu sei di quelli che preferiscono la buona volonta' ai risultati?
No. Assolutamente. Io sono per i risultati, che a volte si ottengono e altre
no. Comunque non e` questo il punto.
Prendiamo il caso generale, l'insegnante. Ci sono persone che hanno
eccellenti risultati scientifici, ma che fanno pena come insegnanti. Al
contrario, ci sono persone che hanno una buona preparazione, ma non sono
dei veri e propri guru, che pero` sono fenomenali quando si tratta di
spiegare
Si ma un PT non deve spiegarti genetica o relatività, ti deve solo consigliare esercizi e ripetizioni.
...mi sembra quindi un esempio poco significativo!

...ti faccio un esempio, io di Quaglia in questo senso mi fiderei, e visto i suoi risultati penso sappia abbastanza di massa e
definizione, sia per quanto riguarda la dieta che la palestra.

Se uno di 100 Kg mi dice che il suo allenamento/dieta funziona...mi sa che non mi fiderei!
the Archeopteryx
2004-07-02 06:39:08 UTC
Permalink
Post by Luca F
Si ma un PT non deve spiegarti genetica o relatività, ti deve
solo consigliare esercizi e ripetizioni. ....mi sembra quindi un
esempio poco significativo!
....ti faccio un esempio, io di Quaglia in questo senso mi
fiderei, e visto i suoi risultati penso sappia abbastanza di
massa e definizione, sia per quanto riguarda la dieta che la
palestra.
Se uno di 100 Kg mi dice che il suo allenamento/dieta
funziona...mi sa che non mi fiderei!
Boh... guarda, premesso che non mi sfiora manco l'idea di ricorrere
a un PT (può essere una grossa forma di presunzione verso sé stessi)
per quanto riguarda la palestra ho avuto a che fare con una mezza
dozzina di persone, tra istruttori e amici. Ma ho fatto un sacco di
cose al di fuori e ho avuto parecchie dozzine di figure "docenti".
A fronte di ciò mi sembra che ci sia una specie di filo conduttore
con schemi che si ripetono e permettono di identificare alcuni criteri.

Credo che in aggiunta al "minimo decente" di una persona che abbia
una buona conoscenza di base del mestiere e saperlo mettere in
pratica (così escludiamo l'obeso che fa il PT) ci sia la capacità di
avere una vocazione. E questa ce l'ha più facilmente e più profonda
una persona che abbia avuto difficoltà per conquistare i propri
risultati. Nel caso della palestra, io cercherei di avere un'idea di
quelle che potrebbero essere state le condizioni iniziali del PT e
di cosa sia diventato in relazione a quelle. Insomma, un tipo magari
seghino ma che partiva da una condizione di base "disperata" e che
la cosa si veda, è più probabile che desti il mio interesse di uno
che partiva con una struttura "enorme". Prima di eventuali obiezioni
aggiungo che sono certo che sia il PT seghino che Coleman si sono
fatti lo stesso identico mazzo tanto; ma se mi metto nei panni del
primo costretto a remare contro uno svantaggio iniziale, con persone
del genere ho sempre "risuonato"; la mia personale esperienza mi
porta a dire che si mettono meglio nei panni degli altri, hanno
sviluppato un tipo di vocazione diversa dai secondi e forse più
adatta a comunicare.

Insomma, in aggiunta a tutto quel che è stato detto, i miei
parametri di giudizio dànno una certa preminenza alla persona. Chi
insegna deve avere il minimo decente e oltre al saper comunicare
DEVE AMARE quello che fa, credo che questa sia la cosa più
importante. Altrimenti IMVHO c'è davvero poco da trasmettere.

bye

C.
Luca F
2004-07-02 08:24:24 UTC
Permalink
Post by the Archeopteryx
Post by Luca F
Si ma un PT non deve spiegarti genetica o relatività, ti deve
solo consigliare esercizi e ripetizioni. ....mi sembra quindi un
esempio poco significativo!
....ti faccio un esempio, io di Quaglia in questo senso mi
fiderei, e visto i suoi risultati penso sappia abbastanza di
massa e definizione, sia per quanto riguarda la dieta che la
palestra.
Se uno di 100 Kg mi dice che il suo allenamento/dieta
funziona...mi sa che non mi fiderei!
Boh... guarda, premesso che non mi sfiora manco l'idea di ricorrere
[CUT]

Hai in parte ragione, ma calcola che il PT lo paghi, e per questo si presume lui abbia interesse a farti riuscire!!!
Inoltre, rimango dell'idea, che un PT non sia uno scienziato e per questo le cose che ti deve insegnare possono benissimo essere
solo frutto della sua esperienza. Se uno ha il fisico che piae a te, significa che sa come raggiungerlo. Avrà provato diete e
allenamenti...per poi raggiungere i suoi obbiettivi. Poi se proprio vuoi cercare il pelo...potrebbe essere fortunato, uno di quei
tipi che ingrossano mangiando tonno e merendine e allenandosi a cazzo 1 ora al giorno...ma si tratta di eccezioni...e il mondo, in
ogni campo, ne è pieno. Andando a campione, quindi, l'aspetto fisico è fondamentale. Un PT di esempio 30 anni con un fisico da
pensionato 60enne...tienitelo pure te, io mi farei preparare anzi da uno con un fisico che rispecchia il miko obbiettivo!
Elrond
2004-07-02 09:12:31 UTC
Permalink
Post by Luca F
Inoltre, rimango dell'idea, che un PT non sia uno scienziato e per
questo le cose che ti deve insegnare possono benissimo essere
solo frutto della sua esperienza.
Se uno ha il fisico che piace a te, significa che sa come raggiungerlo.
Gia': non come farlo raggiungere a te...
L'esperienza su di se', per un trainer, e' utile quasi solo se negativa,
davvero: ho visto eccellenti allenamenti e diete proposti da PT dal gran
fisico, a clienti che semplicemente non potevano fare quella roba, non
reggevano tre giorni di tonno al naturale e riso in gamellino e 12 serie
di bicipiti (anzi, le facevano: sempre con 4-5 kg...)
--
ciao,
Elrond
Elrond
2004-07-02 09:10:06 UTC
Permalink
Post by Luca F
Si ma un PT non deve spiegarti genetica o relatività,
ti deve solo consigliare esercizi e ripetizioni.
La fai facilotta, almeno se uno interpreta il concetto di PT in senso
stretto, di chi allena una *persona*. Se poi lo vedi come un istruttore
che per un'ora si dedica solo a te, senza lasciarsi distrarre da altre
persone, allora il discorso cambia.
--
ciao,
Elrond
Luca F
2004-07-03 10:06:52 UTC
Permalink
Post by Elrond
Post by Luca F
Si ma un PT non deve spiegarti genetica o relatività,
ti deve solo consigliare esercizi e ripetizioni.
La fai facilotta, almeno se uno interpreta il concetto di PT in senso
stretto, di chi allena una *persona*. Se poi lo vedi come un istruttore
che per un'ora si dedica solo a te, senza lasciarsi distrarre da altre
persone, allora il discorso cambia.
non stiamo parlando del PT di Colleman, in tal caso il PT sarebbe esperto di BB, di dieta ecc ecc...

I PT delle palestre, i "modelli" ti seguono e ti invogliano...nel senso che seconod me sono utili perchè ti fanno fare tutte le
serie, tute le rip, tutti gli ex ecc ecc...cosa che magari da solo..."vabbè questo non lo faccio ecc ecc".

Penso che il PT non serva a un atleta "avanzato", molto meglio un buon compagno di allenamento.

Per uno che sa poco di palestra...il PT è molto utile...e infatti la clientela di questi PT...non sono di certo i vari Quaglia&Co!
Elrond
2004-07-04 17:59:06 UTC
Permalink
Post by Luca F
I PT delle palestre, i "modelli" ti seguono e ti invogliano...
nel senso che seconod me sono utili perchè ti fanno fare
tutte le serie, tute le rip, tutti gli ex ecc ecc...cosa che
magari da solo..."vabbè questo non lo faccio ecc ecc".
Penso che il PT non serva a un atleta "avanzato",
molto meglio un buon compagno di allenamento.
Per uno che sa poco di palestra...il PT è molto utile...
e infatti la clientela di questi PT...non sono di certo
i vari Quaglia&Co!
Dipende molto da come interpreti il lavoro del PT e dove poni i limiti
rispetto al "preparatore". Spesso, anche atleti molto avanzati,
braccioni etc., non hanno particolari competenze tecniche: hanno doti
naturali, grinta, esperienza e farmaci; per questo non solo non sono in
grado di consigliare altri, ma hanno un gran bisogno di qualcuno che li
consigli, se vogliono ancora progredire o almeno non sfasciarsi
--
ciao,
Elrond
mat
2004-07-01 18:43:23 UTC
Permalink
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
mmmmm....nn sono d'accordo
Argo
2004-07-01 18:47:52 UTC
Permalink
Post by Luca F
Post by Argo
1) Una palestra
Dai gusti...
Uhm...per te quindi non c'e' nulla di "oggettivo"...
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Ihmo un buon professionista non e' sempre capace a insegnare la sua
professione.

Grazie

-Argo
Luca F
2004-07-01 22:49:42 UTC
Permalink
Post by Argo
Post by Luca F
Post by Argo
1) Una palestra
Dai gusti...
Uhm...per te quindi non c'e' nulla di "oggettivo"...
Se vuoi una palestra con tanta figa sceglila con tanta figa, se la vuoi con colleman scegliala con tanti colleman...la palestra
che sceglierei io potrebbe essere diversa da quella che sceglieresti tu...proprio perchè non è uguale per tutti!...chennesò io
dove tu stai meglio quando ti alleni, se in mezzo a delle bestie o a fighe e gente normale (così fai il grosso:-)))
Post by Argo
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Ihmo un buon professionista non e' sempre capace a insegnare la sua
professione.
Andresti da un dentista con tutti i denti marci e cadenti o da uno con un bellissimo sorriso?!
Pongo
2004-07-02 10:59:35 UTC
Permalink
Post by Luca F
Post by Argo
Ihmo un buon professionista non e' sempre capace a insegnare
la sua professione.
Andresti da un dentista con tutti i denti marci e cadenti o da
uno con un bellissimo sorriso?!
Andrei dal dentista di quello che ha il bellissimo sorriso,
visto che i denti non se li cura certo da se'! :-)
--
Pongo
Pongo
2004-07-01 19:09:37 UTC
Permalink
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Saper fare e saper insegnare sono due cose molto diverse.
--
Pongo
Luca F
2004-07-01 22:50:09 UTC
Permalink
Post by Pongo
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Saper fare e saper insegnare sono due cose molto diverse.
Si, ma un PT non ti deve insegnare Analisi A e B!
Pongo
2004-07-02 10:58:02 UTC
Permalink
Post by Luca F
Post by Pongo
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
Saper fare e saper insegnare sono due cose molto diverse.
Si, ma un PT non ti deve insegnare Analisi A e B!
E' la stessa cosa. Ci sono grandissimi allenatori che sono
(stati) atleti mediocri, e grandissimi atleti che non sono in
grado di fare gli allenatori. Questo vale per tutti gli sport,
basta che guardi il calcio, la boxe...
--
Pongo
Elrond
2004-07-02 09:07:53 UTC
Permalink
Post by Luca F
Post by Argo
2) Un personal trainer
Dal suo fisico!
IMHO questa e' una cazzata. Penso che il fisico sia un "requisito
minimo": se uno e' particolarmente grasso o segato, concordo che non
vada, quantomeno a livello di fiducia e motivazione - venendo meno
quelle, anche il programma migliore ne e' sabotato. Se uno non e' molto
muscoloso o e' un po' coperto, il discorso cambia e molto. Non esiste
alcun motivo ragionevole di pensare che chi e' piu' grosso o definito
sappia farti diventare piu' grosso o definito. Anzi: in molti casi il
bestione e' una o piu' tra easy gainer, ipermotivato all'allenamento e
all'alimentazione, utilizzatore di farmaci; quindi non ha facilita' ad
immedesimarsi nelle esigenze di chi non e' come lui.
E in generale: faresti allenare la tua squadra di calcio da Maradona o
da Lippi?
--
ciao,
Elrond
Elrond
2004-07-02 09:16:41 UTC
Permalink
Post by Argo
Come distinguere una buona palestra da una mediocre? E un ottimo
personal trainer da uno scarso?
Per la palestra, credo che il punto centrale sia *tu*: deve essere
comoda per i tuoi orari e spostamenti e non presentarti da subito
aspetti che trovi sgradevoli. Altrimenti finirai per andarci poco, e i
risultati non verranno. In generale, un aspetto ben organizzato e', se
non una garanzia, una buona indicazione. Per il PT: penso che l'unico
parametro che puoi valutare "da incompetente" sia la sua
professionalita' apparente. Che non e' poco, anzi. Come minimo dimostra
organizzazione e rispetto per il cliente. Se trovi uno che "ti fa la
scheda" senza averti visto in movimento, magari scheda scritta a mano e
senza note a parte il "panca piana 3x10"... lascialo perdere
--
ciao,
Elrond
Torquemada.
2004-07-03 20:54:04 UTC
Permalink
Post by Argo
Come distinguere una buona palestra da una mediocre? E un ottimo
personal trainer da uno scarso?
Una buona palestra e' fornita, pulita, sempre in ordine e con le
macchine sempre in perfette condizioni, revisionate ed oliate.
E le docce non puzzano dicapra marcia.

Un buon personal trainer, qualcuno forse mi contraddira', madeve
sembrare adatto al ruolo. Ossia tra uno bello spaccato, scuoiato,
salutare ed atletico ed uno con caratteristiche minori, non scelgo certo
quello che arriva secondo.
Post by Argo
1) Una palestra
Penso di aver gia' risposto prima. In piu', piccola preferenza
personale, dovrebbe avere una buona sauna e bagno turco e vasca
idromassaggio, un vero toccasana dopo un allenamento bello tosto.
Post by Argo
2) Un personal trainer
Beh, tutto quello che ho gia' detto, in piu' deve essere un esperto di
nutrizione, che come ben sai costituisce il 50% del risultato di ogni
attivita' fisica.
Post by Argo
Grazie per la vostra esperienza :)
-Argo
De Nada
Elrond
2004-07-04 17:50:15 UTC
Permalink
On Sat, 03 Jul 2004 22:54:04 +0200, "Torquemada."
Post by Torquemada.
Un buon personal trainer, qualcuno forse mi contraddira', madeve
sembrare adatto al ruolo. Ossia tra uno bello spaccato, scuoiato,
salutare ed atletico ed uno con caratteristiche minori, non scelgo certo
quello che arriva secondo.
Penso che tu stia mettendo insieme tre cose (assumo sinonimi "spaccato"
e "scuoiato") che non sempre vanno in accordo (spesso chi e' molto
tirato e' tutt'altro che sano o atletico, e ottimi atleti hanno un
aspetto normalissimo da vestiti e non eccezionale da ignudi),
sottovalutando l'aspetto che reputo fondamentale, anche se non
comprensibile al "profano": la preparazione tecnica. In particolare, tra
i BB che si propongono come PT, ne ho conosciuto solo uno (1) valido,
non ristretto al suo stile e ambiente.
--
ciao,
Elrond
Continua a leggere su narkive:
Loading...